Piastrelle per il bagno: due diversi stili

Sono molti quelli che approfittando dei numerosi incentivi dati sopratutto alle nuove coppie, decidono di prendere una cosa e sistemarla nel miglior modo invece che comprarla nuova e il posto della casa dove vengono fatti più lavori è senza dubbio il bagno.

Le piastrelle che formano il rivestimento del bagno, prima di iniziare la ristrutturazione bagno Roma, vanno scelte sia senza dimenticarsi delle caratteristiche tecniche proprie dei materiali, sia secondo un gusto ed uno stile ben definito. Le piastrelle del bagno sono uno dei primi e principali elementi che vanno a definire lo stile e l’ambiente del bagno e per questo vanno scelte in prima battuta, è solo dopo aver scelto le piastrelle che si andranno a scegliere altre cose come la finitura e le linee del mobilio, i sanitari e l’illuminazione.

Materiali

Il materiale per i rivestimenti più utilizzato è sicuramente la ceramica; per via della sua resistenza e la facilità con il quale può essere pulito, oltre che la grande varietà di scelta per le forme i decori e i colori rendono questo materiale il favorito in questo campo.

Le piastrelle che si trovano in commercio sono di forme veramente varie e sono complete dai più particolari inserti decorativi, listelli e molto altro in una vastissima gamma di colori e tonalità. Inoltre è possibile inserire, all’interno di un rivestimento in piastrelle, alcune zone a mosaico che permetteranno di creare così pareti di grande gusto ed impatto visivo.

 

Vediamo ora un paio di opzioni per le piastrelle del bagno.

Bagno moderno con colori scuri

Un buon metodo di decorare in stile moderno il locale del vostro bagno è quello di abbinare dei rivestimenti differenti per formato sul pavimento e sulle pareti, che siano però uniti da un gradevole effetto di uniformità ottenibile tramite la predominanza di un grigio scuro antracite. Poi per potere rendere l’ambiente più leggero ed ottenere una luminosità maggiore una delle pareti può essere rivestita da alcune piastrelle rettangolari di formato più grande e di colore grigio più tenue. Poi, il rigore delle due tinte può essere spezzato da un disegno floreale che potrebbe spezzare la monocromia e valorizzare, ad esempio, la parete del lavabo e del mobile. Nella zona doccia sono più adatte invece delle piastrelle a mosaico più piccole.

Bagno moderno a tinte neutre

Secondo quest’altro stile, il bagno deve avere tutti colori dal tono neutro, che sono particolarmente indicabili nel momento in cui il locale abbia delle dimensioni più contenute in quanto una maggiore luminosità da anche un effetto ottico di maggior spazio. Per le pareti è possibile scegliere delle piastrelle sulle tonalità del beige, magari con una fascia centrale con un bel disegno rigato; sono facilmente abbinabili degli arredi ed accessori in legno o in acciaio nero o marrone.

 

test senza img

orem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed facilisis rhoncus sem non tempor. Nulla facilisi. Cras pretium justo eu viverra fermentum. Nullam sed ullamcorper nisi. Nullam eget risus lobortis massa efficitur facilisis. Nullam maximus justo sit amet nisi condimentum auctor. Nulla sed feugiat erat. Nullam ut molestie nunc, a efficitur risus. Vivamus efficitur, tortor at placerat pulvinar, justo eros sagittis lacus, a fringilla neque tellus a urna. Nulla facilisi. Mauris vel libero rutrum, scelerisque nibh vitae, porttitor purus.

Morbi mollis justo a arcu commodo, et maximus nulla pretium. Mauris at tempor risus, quis ullamcorper lorem. Etiam sollicitudin non urna in efficitur. Aliquam sed turpis a ligula rhoncus scelerisque. Suspendisse dignissim urna in imperdiet blandit. Quisque lacinia nulla orci. Integer feugiat mollis accumsan. Integer id tellus mattis, pellentesque velit ac, faucibus libero.

Nulla facilisi. Donec vel facilisis lorem, a accumsan justo. Etiam accumsan quam mauris. Ut sollicitudin aliquet laoreet. Aenean sodales urna sed lacus aliquet interdum. Vestibulum bibendum vitae mi consectetur aliquet. Pellentesque tincidunt elit commodo imperdiet fermentum. Aenean eleifend feugiat varius.

Proin porttitor diam quam, vel tincidunt sapien efficitur vel. Morbi ultricies et lacus sed porta. Aenean sed mattis neque. Aenean justo mauris, vulputate ut risus in, suscipit aliquam nibh. In hac habitasse platea dictumst. Praesent erat velit, facilisis non mauris ac, molestie ornare velit. Nam eu turpis efficitur, semper dolor et, ultrices nisl. Cras quam massa, dapibus ut fringilla sit amet, tempor semper justo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In varius libero eu diam sollicitudin, a porttitor ante placerat. Etiam id molestie erat, a ullamcorper sem. Pellentesque augue dolor, bibendum vitae finibus at, pulvinar facilisis massa. Praesent nec mi ac velit varius pharetra a et enim. Sed porta ex sed risus blandit feugiat a commodo dui. Nunc auctor sodales orci. Quisque elit ex, cursus at tempor vitae, ultrices a leo.

Mauris eget tortor id sapien molestie cursus. Phasellus quis neque turpis. Quisque commodo interdum blandit. Mauris nulla ante, aliquet vitae sollicitudin ut, lacinia at ex. Cras pretium est tellus. Morbi consectetur pharetra dolor at tempus. Pellentesque sed ligula magna. Aliquam vitae velit volutpat nunc pellentesque gravida tristique et neque. Morbi iaculis vulputate accumsan. Suspendisse a tristique dolor.

orem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed facilisis rhoncus sem non tempor. Nulla facilisi. Cras pretium justo eu viverra fermentum. Nullam sed ullamcorper nisi. Nullam eget risus lobortis massa efficitur facilisis. Nullam maximus justo sit amet nisi condimentum auctor. Nulla sed feugiat erat. Nullam ut molestie nunc, a efficitur risus. Vivamus efficitur, tortor at placerat pulvinar, justo eros sagittis lacus, a fringilla neque tellus a urna. Nulla facilisi. Mauris vel libero rutrum, scelerisque nibh vitae, porttitor purus.

Morbi mollis justo a arcu commodo, et maximus nulla pretium. Mauris at tempor risus, quis ullamcorper lorem. Etiam sollicitudin non urna in efficitur. Aliquam sed turpis a ligula rhoncus scelerisque. Suspendisse dignissim urna in imperdiet blandit. Quisque lacinia nulla orci. Integer feugiat mollis accumsan. Integer id tellus mattis, pellentesque velit ac, faucibus libero.

Nulla facilisi. Donec vel facilisis lorem, a accumsan justo. Etiam accumsan quam mauris. Ut sollicitudin aliquet laoreet. Aenean sodales urna sed lacus aliquet interdum. Vestibulum bibendum vitae mi consectetur aliquet. Pellentesque tincidunt elit commodo imperdiet fermentum. Aenean eleifend feugiat varius.

Proin porttitor diam quam, vel tincidunt sapien efficitur vel. Morbi ultricies et lacus sed porta. Aenean sed mattis neque. Aenean justo mauris, vulputate ut risus in, suscipit aliquam nibh. In hac habitasse platea dictumst. Praesent erat velit, facilisis non mauris ac, molestie ornare velit. Nam eu turpis efficitur, semper dolor et, ultrices nisl. Cras quam massa, dapibus ut fringilla sit amet, tempor semper justo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In varius libero eu diam sollicitudin, a porttitor ante placerat. Etiam id molestie erat, a ullamcorper sem. Pellentesque augue dolor, bibendum vitae finibus at, pulvinar facilisis massa. Praesent nec mi ac velit varius pharetra a et enim. Sed porta ex sed risus blandit feugiat a commodo dui. Nunc auctor sodales orci. Quisque elit ex, cursus at tempor vitae, ultrices a leo.

Mauris eget tortor id sapien molestie cursus. Phasellus quis neque turpis. Quisque commodo interdum blandit. Mauris nulla ante, aliquet vitae sollicitudin ut, lacinia at ex. Cras pretium est tellus. Morbi consectetur pharetra dolor at tempus. Pellentesque sed ligula magna. Aliquam vitae velit volutpat nunc pellentesque gravida tristique et neque. Morbi iaculis vulputate accumsan. Suspendisse a tristique dolor.

Notizie Efficienza energetica

Quando si discute di solare, geotermico o eolico spesso ci si concentra sugli impianti e poco si riflette sull’efficienza degli stessi anche se il tema è pregnante e decisamente rilevante. Oggi noi osserveremo non tanto gli impianti sopra menzionati quanto in effetti l’efficienza energetica che scaturisce da una buona struttura realizzata secondo specifiche regole che ovviamente salvaguardano anche l’ambiente garantendo al contempo un minor spreco di energia.

      1. La coibentazione

Partiamo da questa nell’analisi che opportunamente va condotta per quanto riguarda il risparmio energetico. Quando si parla di coibentazione questa riguarda l’interno, l’esterno e anche le parti tra un mattone e l’altro considerato sul piano orizzontale della struttura che si sta costruendo.

Nelle abitazioni datate purtroppo lo spreco di energia nel riscaldamento era davvero consistente e costante. La perdita di energia è calcolata al 75% e questa dipende sopratutto dalla coibentazione delle pareti. Fortunatamente nel corso degli anni le persone hanno cominciato a pensare al risparmio energetico calcolando anche le eventuali dispersioni, infatti al fine di arginare questo problema e – sopratutto – per risparmiare ci si è accorti che la necessità primaria è quella di effettuare un isolamento termico presso l’abitazione di residenza ma non solo, questo è stato compreso anche in virtù del fatto che il calore generato dai differenti impianti che si possiedono non può subire una dispersione e quindi rappresentare appunto uno spreco, sia sul piano monetario sia su quello ambientale.

Questo tipo di dispersione passa sostanzialmente attraverso:

  • Serramenti
  • Pareti
  • Soffitti
  • Tetti

Ovviamente quindi gli spazi ove agire all’interno di una struttura esistente sono molti e al fine di ottenere una valida coibentazione bisogna – in prima istanza – intervenire sulle pareti. Ovviamente quello che viene definito cappotto termico si differenzia su una struttura esistente rispetto ad una da edificare. Nel primo caso si interverrà in aggiunta mentre nel secondo l’operazione sarà più semplice sostanzialmente. Per una struttura esistente esistono tre diverse possibilità:

  • La coibentazione delle pareti interne
  • La coibentazione dell’intercapedine
  • La coibentazione termica esterna

Generalmente si ricorre alla terza metodologia onde evitare di trovarsi costretti ad uscire fuori di casa per la durata dei lavori. Abbiamo accennato ovviamente anche al cappotto termico interno ma va detto che questo è un sistema meno utilizzato per una semplice ragione che è quella legata alla diminuzione del volume interno della struttura e degli ambienti in generale, infatti con questa metodologia si passa dai 0,5 cm in meno per le versioni esclusivamente realizzate con l’isolante ai 3,3 cm fino agli 11,3 cm per le versioni comprensive dei pannelli in cartongesso.

Approfondisci qui

Alla scoperta dei mutui green

In Italia vivere in maniera più sostenibile è diventato ancora più facile grazie alla crescita negli ultimi anni delle aziende di costruzione per i loro edifici si ispirano ai canoni della bioedilizia. Decidere di farsi costruire una casa per così dire “green” è una scelta dettata sia da una alta sensibilità relativa a quelle che sono le tematiche del rispetto per la natura sia dal preciso intento di abitare in un’abitazione più salubre.

Oltre all’aspetto strettamente ecologico e salutistico vivere in una casa green mette anche di fronte ad una necessità molto concreta ovvero quella rappresentata dalla necessità di accedere ad un finanziamento o ad un mutuo. Grazie all’ausilio di Friul Wood House, azienda che si occupa della costruzione di case in legno a Udine  ispirate ai principi della bioedilizia, vedremo come funzionano i cosiddetti mutui green.

Per favorire il decollo della bioedilizia e di riflesso dare un nuovo impulso alla stagnante edilizia italiana, sul mercato esistono vari prodotti fondiari e mutui pensati sia a chi voglia costruire la sua prima casa sia a chi voglia costruirne una seconda, senza dimenticare chi ha intenzione di ristrutturare un vecchio edificio.

I mutui che troviamo sul mercato propongono tassi particolarmente vantaggiosi a patto che edificio rispecchi determinati standard energetici o possa essere classificato secondo la classe energetica A.

Qualche esempio? L’azienda di produzione di case in legno Rubner Haus insieme alla società di consulente assicurativa e finanziaria Auxilia, hanno creato una partnership con lo scopo di garantire ai clienti che si rivolgono a Rubner Haus per la produzione di una casa in legno, l’ottenimento di un mutuo a condizioni vantaggiose per tutti.

Il Banco Popolare invece ha creato specificatamente un mutuo pensato per la costruzione di case ed edifici in bioedilizia. Ne è nato “MutuoBioedilizia”, un mutuo che viene proposto a tasso, fisso, variabile o variaboòe on l’opzione di passaggio al fisso. Viene coperto fino al 70% del valore della costruzione o se minore del valore d’acquisto. Attraverso questo mutuo possono essere finanziati fino aa 350.000 Euro in un arco di 25 anni.

 

I nuovi incentivi Iveco

Tra i professionisti dell’autotrasporto chi è in cerca di ricambi camion Iveco per riparare e curare la manutenzione del proprio veicolo commerciale può pensare che, forse, è arrivato il momento di sostituirlo: magari approfittando della promozione pensata per il nuovo camion Iveco Stralis Euro 6, che viene messo a disposizione per un leasing da 60 mesi con un tasso di interesse agevolato pari appena al 3.15%. Se si è interessati a un’offerta così conveniente, non bisogna fare altro che recarsi sul sito Iveco.com e lasciare i propri dati, in modo tale da essere ricontattati immediatamente e conoscere nel dettaglio tutti i particolari dell’iniziativa. Disponibile anche il numero di telefono 800 800 288, che si può chiamare gratuitamente.

Un’occasione molto interessante, insomma, sia per i professionisti che per le aziende che sono in cerca di un mezzo in grado di dimostrarsi al tempo stesso affidabile ed ecologico: e la soluzione proposta da Iveco sa soddisfare tutte e due queste necessità, visto che il nuovo Stralis si caratterizza per una grande varietà di funzioni che sono state ideate e messe a punto in modo specifico allo scopo di limitare i costi. Come sottovalutare, tra le tante peculiarità, il ricorso a un lubrificante sintetico di nuova generazione che consente di fare durare l’olio più a lungo e di proteggere il motore in maniera molto più efficace, consentendo al contempo di avere a disposizione intervalli di sostituzione più lunghi?

Ecco perché il tasso agevolato al 3.15% è decisamente allettante: tenendo conto del fatto che si tratta di una chance che è possibile cogliere ancora per pochi giorni, il suggerimento è quello di non esitare troppo. Per chi vuole conoscere i dettagli del contratto, ovviamente riportati sul sito Iveco.com, segnaliamo che la rata mensile prevista è di 1,389 euro, mentre è richiesto un anticipo pari al 10% sull’importo complessivo. Le spese del trasporto sono escluse.

A corto di soldi? Metti in prestito la tua borsa firmata!

Fino a qualche anno fa a nessuno sarebbe venuto in mente, ma oggi anche le borse firmate sono entrate di diritto in quella lista di oggetti di lusso che possono consentire a chi è in affanno economicamente di ovviare attraverso un prestito. Le borse seguono in ordine di tempo altri oggetti preziosi interessanti. L’idea è invece venuta ad alcune agenzie che si occupano esclusivamente di tali articoli, fornendo un servizio a metà tra il banco dei pegni ed un finanziamento. Vediamo di che si tratta.

La tua borsa in cambio di un prestito

Esistono al mondo diverse persone, uomini e donne, che possiedono moltissimi oggetti di lusso (intere collezioni di Birkin e Kelly di Hermès, champagne francesi da collezione, libri rari e così via) ma non sanno come pagarsi l’intervento dal dentista! Un paradosso? Forse, ma abbastanza comune, visto che l’agenzia di prestiti Yes Lady, ad Hong Kong, si rivolge prevalentemente a tale clientela. Il servizio funziona più o meno così: si porta la borsa in agenzia (ovviamente in ottime condizioni) la si fa valutare da personale esperto e si può spuntare fino al 50-80% del prezzo di listino. A questo punto viene concesso il prestito ma colui che ne beneficia ha a disposizione 4 mesi di tempo per restituire la somma, ad un tasso di interesse del 4%. Se l’importo non viene restituito in tempo la borsa viene persa.

Oltre alle borse anche altri articoli

L’agenzia Yes Lady si occupa esclusivamente di borse dei marchi Chanel, Hermès, Gucci e Louis Vuitton. Ci sono però delle altre agenzie (ad esempio la Prestige Pawn Brokers e la Pickwick in Inghilterra, oppure laManhattan Pawn Brokers a New York) che trattano tali tipi di prestiti non solo sulle borse firmate ma anche su altri oggetti di lusso, come auto d’epoca, vini pregiati, collezioni di stampe o libri rari, abiti lussuosi, gioielli, orologi d’oro etc. Gli interessi possono variare: ad esempio per 5 settimane su un credito di 600 sterline se ne possono restituire 678,51 (con interesse dell’8,49%), ma quasi nessuno perde i propri oggetti, dal momento che il valore affettivo è molto forte.