Medical Microinstruments S.p.A. Completa Finanziamento Series A per Sviluppare la sua Piattaforma Robotica per Microchirurgia

Medical Microinstruments S.p.A. (MMI), una azienda italiana dedicata a migliorare i risultati clinici nei pazienti sottoposti a microchirurgia, annuncia oggi il completamento di un finanziamento Series A di € 20 milioni (circa $ 24,5 milioni) per accelerare lo sviluppo della sua rivoluzionaria piattaforma robotica per microchirurgia.

     (Logo: http://mma.prnewswire.com/media/614046/MMI_Srl_Logo.jpg )
     (Photo: https://mma.prnewswire.com/media/677761/MMI_SPA.jpg )

Il gruppo di investitori è stato guidato da Andera Partners, precedentemente noto come Edmond de Rothschild Investment Partners (EdRIP),  che si unisce a Panakes Partners, a Fountain Healthcare, all”investitore Seed precedente Sambatech ed a due veterani del settore, Gus Castello, ex Sr. VP of Product Operations presso Intuitive Surgical Inc., il leader mondiale nella chirurgia robotica laparoscopica, e John Engels, Fondatore di AxoGen, Inc., leader mondiale nelle soluzioni per la riparazione dei nervi periferici in microchirurgia.

Giuseppe M. Prisco, CEO di MMI, ha commentato: ‘Siamo entusiasti di avere questo eccezionale gruppo di investitori e di esperti in MedTech per la prossima fase di sviluppo della società e per cogliere insieme un”opportunità di mercato che supera i $ 2,5 miliardi all”anno’. Il finanziamento e” finalizzato a completare lo sviluppo del prodotto, con la certificazione CE e il lancio nei mercati europei.

‘La robotica chirurgica è una tendenza importante che deve ancora penetrare in molte specialità chirurgiche oltre la laparoscopia’, ha dichiarato Olivier Litzka, Partner, Andera Partners. ‘MMI è pronta a fornire il primo prodotto robotico per chirurgia a cielo aperto dotato di microstrumenti articolati. Siamo entusiasti di collaborare con lo staff di MMI mentre lavora per costruire una grande azienda in un campo entusiasmante ‘.

Mentre la robotica è adottata principalmente in chirurgia laparoscopica e più recentemente in chirurgia ortopedica, la microchirurgia, utilizzata per esempio in chirurgia ricostruttiva, linfatica e oculistica, non è ancora servita dalla robotica ad oggi. La microchirurgia ha visto progressi incrementali nell”ottica e nella strumentazione, e la pratica chirurgica è rimasta legata a ciò che è realizzabile manualmente quando si lavora con un ingrandimento ottico tra i 5x ed i 40x. MMI è pioniere di un progresso dirompente in questo spazio chirurgico, accoppiando la destrezza dell”articolazione di un polso controllato dal robot con la praticità di scalare in piccolo i movimenti del chirurgo da 5 a 40 volte in sintonia con l”ingrandimento ottico utilizzato.

‘MMI rappresenta un grande esempio del meglio che l”Italia ha da offrire, grazie alla sua eccellenza nella robotica avanzata’, ha commentato Alessio Beverina, Partner di Panakes Partners. ‘La tecnologia rivoluzionaria di MMI aiuterà i chirurghi che eseguono microchirurgie complesse offrendo destrezza e movimento altamente precisi ed un controllo senza tremore’.

Nell”ambito del finanziamento, Olivier Litzka di Andera Partners, Alessio Beverina di Panakes, Justin Lynch di Fountain insieme con Gus Castello, John Engels e Fabrizio Landi, ex CEO e fondatore di Esaote SpA, entrano a far parte del Consiglio di Amministrazione di MMI insieme a Carlo Alberto Marcoaldi, Giuseppe M. Prisco e Hannah Teichmann, co-fondatori di MMI con Massimiliano Simi.

Informazioni  

La piattaforma robotica per microchirurgia di MMI 

MMI ha sviluppato la prima piattaforma robotica teleoperata per la sutura in chirurgia a cielo aperto con microstrumenti articolati. La piattaforma permette di scalare il movimento del chirurgo, incrementarne la precisione e mira sia a facilitare le procedure esistenti e che ad abilitarne di nuove nel campo della microchirurgia, dalle ricostruzioni post-oncologiche e traumatiche all”oftalmologia, al trapianto di organi e alla chirurgia pediatrica. La piattaforma robotica di MMI è un dispositivo sperimentale e non è ancora disponibile in commercio.

MMI 

Medical Microinstruments S.p.A. (MMI), fondata nel 2015, ha sede a Calci (PI), Italia. La missione dell”azienda è quella di aiutare sempre piu”chirurghi in tutto il mondo a offrire le procedure microchirurgiche più avanzate, riducendo al contempo i costi per i pazienti, gli ospedali e la società in generale. http://www.mmimicro.com

Andera Partners 

Andera Partners è un investitore leader negli investimenti di minoranza in società private. In precedenza, noto come Edmond de Rothschild Investment Partners, il fondo impiega 56 dipendenti e ha oltre 2 miliardi di Euro in gestione. Il team di 11 professionisti del gruppo Life Sciences riunisce una profonda esperienza sia nel settore Life Science che in operazioni di private equity e venture capital. Il team ha raccolto oltre 800 milioni di euro attraverso il suo franchising BioDiscovery e sta attualmente investendo con il suo fondo BioDiscovery 5 da 345 milioni di euro. Fin dalla loro istituzione, i fondi BioDiscovery hanno investito in circa 60 società private, di cui 16 sono state vendute e 16 quotate sui mercati finanziari pubblici, mentre più di 20 sono attive nei portafogli.

Fountain Healthcare Partners 

Fountain Healthcare Partners è un fondo di venture capital specializzato sulle Scienze della Vita con 176 milioni di euro ($ 200 milioni) in gestione. Nel settore delle Scienze della Vita, le aree specifiche di interesse di Fountain comprendono le specialità farmaceutiche, i dispositivi medici, le biotecnologie e la diagnostica. Fountain investe la maggior parte del suo capitale in Europa, con il rimanente negli Stati Uniti. L”ufficio principale di Fountain è a Dublino, in Irlanda, con un secondo ufficio a New York. Per ulteriori informazioni, visitare http://www.fh-partners.com.

Panakès Partners 

Panakès Partners è un investitore di Venture Capital che finanzia aziende medicali, start-up e PMI, con prodotti estremamente promettenti e grandi ambizioni, in Europa e Israele,che migliorano sia i risultati dei pazienti che l”economia sanitaria. Gli investimenti si concentrano sui settori dei dispositivi medici, della diagnostica e dell”informatica sanitaria. Panakès Partners ha sede a Milano, Italia. http://www.panakes.it .

CALCI, Italia, April 18, 2018 /PRNewswire/ —

Smentita della falsa proposta di ibq alla Lega Italiana Calcio

La International Bank of Qatar (ibq) smentisce con forza qualsiasi coinvolgimento nella presunta proposta del valore di $15,56 miliardi alla Lega della Serie A, la massima divisione calcistica italiana, in merito ai diritti di trasmissione della Lega.

     (Logo: https://mma.prnewswire.com/media/631307/ibq_Logo.jpg )

Myriam Abou Haidar, Marketing & Corporate Communications Manager presso ibq ha dichiarato: ‘ibq fornisce servizi bancari essenziali nello Stato del Qatar e non si è mai impegnata in alcuna forma di acquisizione di diritti di trasmissione relativi a nessuna attività sportiva, pertanto siamo rimasti assolutamente sorpresi dalla notizia. Di conseguenza, ibq smentisce di aver mai effettuato qualsiasi tipo di offerta alla Lega della Serie A. Infatti, ibq non ha mai stabilito alcun contatto con la Lega della Serie A in alcun modo e non ha, come istituto bancario, alcun interesse diretto o indiretto di alcun genere nei diritti di trasmissione della Lega o qualsiasi altro diritto di trasmissione. La notizia purtroppo è infondata, fuorviante e falsa’.

Contatto: Clementine Martini, +974(0)7048-4477, clementine.martini@ogilvy.com

DOHA, Qatar, January 21, 2018 /PRNewswire/ —

Mountain Province Diamonds Closes Offering of New US$330,000,000 Senior Secured Second Lien Notes

Shares Issued and Outstanding: 160,245,166
TSX and NASDAQ: MPVD 

Mountain Province Diamonds Inc. (‘Mountain Province‘, the ‘Company’) (TSX: MPVD) (NASDAQ: MPVD) today announces the closing of its previously announced private offering of US$330,000,000 senior secured second lien notes due December 15, 2022 (the ‘Notes’).  The Notes will accrue interest at a coupon rate of 8.0% per year, payable semi-annually in arrears.

Said David Whittle, the Company”s Interim President and Chief Executive Officer, ‘With the successful completion of this Note offering, the Company”s project lending facility is now fully resolved, eliminating all cash reserve account requirements and lender-approval restrictions, as well as any further need for bank waivers.  We look forward to entering the coming new year with strongly performing operations, high margins and a healthy balance sheet.’

The Company will host a conference call to discuss the completed Note offering on Wednesday, December 13, 2017 at 11 am Eastern time.  Please call in 10 minutes before the conference call starts and stay on the line.  Operator assistance will be available if necessary.

Dial-In Numbers:
Toll-Free Participant Dial-In North America: +1-866-300-0510
All International Participants Dial-In:      +1-636-812-6656

Conference ID: 9998905

A telephonic replay of the conference call will be available from two hours after the completion of the call until December 20, 2017.

    
                                                     +1-855-859-2056 or
 
    Replay number (Toll Free North America):         +1-800-585-8367
    Replay number (International):                   +1-404-537-3406
    The pass code for the replay is:                 9998905
 
    A replay will also be available on the Mountain Province website.

The Notes are guaranteed on a senior secured basis by all of the Company”s existing subsidiaries.  The Notes and the guarantees are secured on a second-priority basis by substantially all of the assets of the Company and the guarantors, including diamonds in inventory, equity interests in the guarantors and the assignment and pledge of the Company”s participation interest and rights in the Gahcho Kué diamond mine joint venture with De Beers Canada Inc., subject to certain customary exceptions.  The Notes include typical high yield incurrence covenants with no maintenance covenants.  The Notes offering was managed by a syndicate of banks led by Credit Suisse, with Scotiabank acting as joint book-running manager.  Acting as co-managers to the offering were Nedbank Limited, ING and BMO Capital Markets.

Concurrent with the closing of the Notes offering, the Company is entering into an undrawn US$50 million first lien revolving credit facility (the ‘RCF’) with Scotiabank and Nedbank Limited in order to maintain a liquidity cushion for general corporate purposes.

Mountain Province will use the net proceeds from the offering of the Notes, together with cash on its balance sheet, to fully repay and terminate its US$370 million project loan facility (of which US$357 million was outstanding as of September 30, 2017), to fully repay amounts owing to De Beers Canada, the operator of the Gahcho Kué diamond mine, for historic sunk costs related to the development of the mine (of which approximately C$48.5 million of costs and accumulated interest was outstanding as of September 30, 2017), and to pay related fees and expenses of the offering of the Notes and the entry into the new RCF.

The Company has been informed by the book-running managers that certain entities ultimately beneficially owned by Dermot Desmond, a related party of the Company, have participated in the offering by purchasing US$60,000,000 of Notes.  Mr. Desmond, together with Bottin (International) Investments Ltd., an entity ultimately beneficially owned by him, holds approximately 37,951,887 shares of Mountain Province or 23.7% of the outstanding shares of the Company and are therefore considered related parties of Mountain Province.  Mr. Desmond purchased the Notes on the same terms as all other purchasers.  The proposed participation of Mr. Desmond in the offering was approved by the independent members of the board.  For further information please see the material change report filed by the Company concurrently with this press release.  The Company was unable to file the material change report 21 days in advance of completion of the offering of Notes because the participation by Mr. Desmond had not been determined at that time.

 

Mountain Province Diamonds is a 49% participant with De Beers Canada in the Gahcho Kué diamond mine located in Canada”s Northwest Territories.  Gahcho Kué is the world”s largest new diamond mine, consisting of a cluster of four diamondiferous kimberlites, three of which are being developed and mined under the initial 12 year mine plan.

Caution Regarding Forward Looking Information
This news release contains certain ‘forward-looking statements’ and ‘forward-looking information’ under applicable Canadian and United States securities laws concerning Mountain Province.  Except for statements of historical fact relating to Mountain Province, certain information contained herein constitutes forward-looking statements.  Forward-looking statements and forward-looking information include, but are not limited to, statements with respect to the use of proceeds from the Notes offering and the entry into the new revolving credit agreement.  Forward-looking statements are frequently characterized by words such as ‘anticipates,’ ‘may,’ ‘can,’ ‘plans,’ ‘believes,’ ‘estimates,’ ‘expects,’ ‘projects,’ ‘targets,’ ‘intends,’ ‘likely,’ ‘will,’ ‘should,’ ‘to be’, ‘potential’ and other similar words, or statements that certain events or conditions ‘may’, ‘should’ or ‘will’ occur.  Forward-looking statements are based on the opinions and estimates of management at the date the statements are made, and are based on a number of assumptions and subject to a variety of risks and uncertainties and other factors that could cause actual events or results to differ materially from those projected in the forward-looking statements.  Many of these assumptions are based on factors and events that are not within the control of Mountain Province and there is no assurance they will prove to be correct.  Factors that could cause actual results to vary materially from results anticipated by such forward-looking statements include factors affecting the Gahcho Kué diamond mine and the mining industry.  For a more complete description of these and other possible risks and uncertainties, please refer to our Annual Information Form for the year ended December 31, 2016, as well as to our subsequent filings with Canadian securities regulatory authorities at http://www.sedar.com and with the U.S. Securities and Exchange Commission at http://www.sec.gov.  The forward-looking statements in this news release speak only as of the date of this new release and, except as required by applicable law, Mountain Province makes no commitment to update or publicly release any revisions to forward-looking statements in order to reflect new information or subsequent events, circumstances or changes in expectations.

Mountain Province Diamonds Inc., David Whittle, Interim President and CEO, 161 Bay Street, Suite 1410, Toronto, Ontario M5J 2S1, Phone: (416) 361-3562, E-mail: info@mountainprovince.com

TORONTO and NEW YORK, December 11, 2017 /PRNewswire/ —

Quali sono le agevolazioni fiscali per chi investe acquistando oro fisico?

Quali sono le agevolazioni fiscali per chi investe acquistando oro fisico?

Nei momenti di incertezza economica, come quello che stiamo oggi vivendo, in tanti si chiedono quali investimenti restino sicuri, e per molti la risposta è nell’oro. L’oro è da sempre considerato un bene di rifugio: questo perché il suo valore è intrinseco, a differenza di quello nominale della moneta, ed il vantaggio, anche in momenti di crisi economica, consiste proprio nel fatto che un bene primario come l’oro non è suscettibile di volatilità, a differenza di una moneta, ed è quindi meno soggetto alle variazioni di mercato.

Come acquistare e come conservare

L’investimento in oro è possibile come strumento finanziario (come nel caso degli Exchange Traded Fund e gli Exchange Traded Commodities), future e opzioni; tuttavia, in quanto strumenti finanziari, questi sono valutati in dollari, fatto che li rende suscettibili al valore della moneta nel momento del realizzo. Più sicuro è l’acquisto del bene fisico, ancora meglio se nella forma di lingotti, che garantiscono una purezza di 999,9 millesimi (a differenza delle monete, dove l’oro può trovarsi in lega con altri metalli). La garanzia di sicurezza nella conservazione di un bene non può mai essere certa al 100%. La scelta più sicura è quella di conservare l’oro nei caveaux di una banca, ma questo comporterebbe i costi di del servizio richiesti dall’istituto bancario, e inoltre renderebbe il bene suscettibile al rischio di un prelievo forzoso da parte dello Stato. I rischi nel custodire invece personalmente il bene nella propria abitazione sono altrettanto ovvi. In merito ai lingotti o monete in oro, non abbiamo differenze sulle considerazioni di oro usato o nuovo, poichè vengono trattati allo stesso modo ed hanno la medesima quotazione sia in acquisto che per la vendita.

Agevolazioni fiscali

A differenza dei proventi derivati dall’acquisto di oro tramite strumenti finanziari – che subiscono un’imposta del 20% -, in base al decreto del 22 dicembre 1986, n. 917, le plusvalenze derivate dall’acquisto/vendita di oro in quanto bene fisico seguono la trattazione prevista dagli scaglioni del reddito IRPEF, che ricordiamo in questo breve schema riassuntivo.

  • Imposta dovuta sui redditi intermedi (per scaglioni) compresi nello scaglione fino a 15.000 euro: aliquota 23%
  • Scaglione da 15.001 a 28.000, l’aliquota è il 27%. Cioè 3.450 + 27% sulla parte eccedente i 15.000 euro
  • Scaglione da 28.001 a 55.000, l’aliquota è il 38%. Cioè 6.960 + 38% sulla parte eccedente i 28.000 euro
  • Scaglione da 55.001 a 75.000, l’aliquota è il 41%. Cioè 17.220 + 41% sulla parte eccedente i 55.000 euro
  • Oltre i 75.000, l’aliquota è il 43%. Cioè 25.420 + 43% sulla parte eccedente i 75.000 euro