Piastrelle per il bagno: due diversi stili

Sono molti quelli che approfittando dei numerosi incentivi dati sopratutto alle nuove coppie, decidono di prendere una cosa e sistemarla nel miglior modo invece che comprarla nuova e il posto della casa dove vengono fatti più lavori è senza dubbio il bagno.

Le piastrelle che formano il rivestimento del bagno, prima di iniziare la ristrutturazione bagno Roma, vanno scelte sia senza dimenticarsi delle caratteristiche tecniche proprie dei materiali, sia secondo un gusto ed uno stile ben definito. Le piastrelle del bagno sono uno dei primi e principali elementi che vanno a definire lo stile e l’ambiente del bagno e per questo vanno scelte in prima battuta, è solo dopo aver scelto le piastrelle che si andranno a scegliere altre cose come la finitura e le linee del mobilio, i sanitari e l’illuminazione.

Materiali

Il materiale per i rivestimenti più utilizzato è sicuramente la ceramica; per via della sua resistenza e la facilità con il quale può essere pulito, oltre che la grande varietà di scelta per le forme i decori e i colori rendono questo materiale il favorito in questo campo.

Le piastrelle che si trovano in commercio sono di forme veramente varie e sono complete dai più particolari inserti decorativi, listelli e molto altro in una vastissima gamma di colori e tonalità. Inoltre è possibile inserire, all’interno di un rivestimento in piastrelle, alcune zone a mosaico che permetteranno di creare così pareti di grande gusto ed impatto visivo.

 

Vediamo ora un paio di opzioni per le piastrelle del bagno.

Bagno moderno con colori scuri

Un buon metodo di decorare in stile moderno il locale del vostro bagno è quello di abbinare dei rivestimenti differenti per formato sul pavimento e sulle pareti, che siano però uniti da un gradevole effetto di uniformità ottenibile tramite la predominanza di un grigio scuro antracite. Poi per potere rendere l’ambiente più leggero ed ottenere una luminosità maggiore una delle pareti può essere rivestita da alcune piastrelle rettangolari di formato più grande e di colore grigio più tenue. Poi, il rigore delle due tinte può essere spezzato da un disegno floreale che potrebbe spezzare la monocromia e valorizzare, ad esempio, la parete del lavabo e del mobile. Nella zona doccia sono più adatte invece delle piastrelle a mosaico più piccole.

Bagno moderno a tinte neutre

Secondo quest’altro stile, il bagno deve avere tutti colori dal tono neutro, che sono particolarmente indicabili nel momento in cui il locale abbia delle dimensioni più contenute in quanto una maggiore luminosità da anche un effetto ottico di maggior spazio. Per le pareti è possibile scegliere delle piastrelle sulle tonalità del beige, magari con una fascia centrale con un bel disegno rigato; sono facilmente abbinabili degli arredi ed accessori in legno o in acciaio nero o marrone.

 

Comments are closed.